Cerca

Come riconoscere un piumino Colmar originale?

Aggiornamento: 24 gen



Trattando il marchio Colmar da più di 30 anni, prima nello sci, poi nel total look donna e ora con la linea Colmar Originals qui a La Faiet Fashion possiamo dire di conoscere bene i suoi segreti.


La collezione Colmar è nata nel 1929 nella situazione critica tra le due guerre e ha sempre portato avanti con intuizione e forza i suoi investimenti che la caratterizzano ancora oggi, dalle tute di lavoro, alla produzione delle giacche per la legione straniera francese, al mondo dello sci dove produceva la divisa per la Federazione Italiana fino al 1992. Colmar.it | History


Colmar ha fatto il suo ingresso nel mondo del lifestyle con la nascita nel 2009 della linea Colmar Originals: una collezione composta dagli ormai famosi piumini, giacche molto più cittadine che diventano un enorme successo di pubblico. La collezione si amplierà poi negli anni con felpe, t-shirt, scarpe.

Il 2011 poi è un anno di festeggiamenti per Colmar che insieme a Ivica Kostelic vince la Coppa del Mondo Generale.


In questo decennio il marchio è cresciuto sia nella parte sportiva che lifestyle. Il brand ha esplorato ulteriormente sia la ricerca di tessuti sempre più tecnici e performanti per aiutare la prestazione sportiva che il mondo della moda. Sono nate collaborazioni importanti con aziende come Directa Plus, che produce Graphene (Colmar è stata la prima azienda ad applicarlo su un tessuto) sia con designer e stilisti di fama mondiale.


Ma l’azienda è ancora un “affare” di famiglia ed è guidata dalla terza generazione, dai nipoti del fondatore, Mario, Giulio e Carlo ed è ancora fortemente radicata nel territorio di Monza.

Il marchio Colmar e la sua équipe ci tengono a controllare continuamente la qualità dei loro capi, ad impegnarsi per un continuo investimento in materiale e anche a combattere il brutto fenomeno delle contraffazioni.


Purtroppo negli ultimi anni il fenomeno del “falso Colmar” ha cercato di riprodurre i piumini e metterli in commercio sia nei vari outlet che in diverse altre piattaforme.

Come capire allora al momento dell’acquisto di un capo Colmar Originals, se ci troviamo davanti a un capo contraffatto o a un piumino originale?


Il marchio Colmar Originals ha scelto di adottare una serie di accorgimenti a tutela dell’originalità dei propri capispalla, in modo da aiutare anche i propri clienti a capire immediatamente se si trovano davanti a un prodotto falso:

1) Come sempre, sarà banale, ma bisogna tenere d’occhio il prezzo, se di listino un Colmar costa dai 300 euro in su (per quanto riguarda il piumino invernale) prezzi molto più bassi devono destare subito l’attenzione.


2) Il controllo delle etichette che accompagnano il capo. Colmar infatti identifica le proprie collezioni attraverso l’uso di etichette in tessuto, spesso attaccate in maniera ben visibile e riconoscibile alla parte anteriore della giacca.


Da escludere categoricamente etichette diverse da quelle in tessuto, in colori come nero con logo stampato in bianco. I colori del logo vintage Colmar Originals vengono sempre rispettati e riportati in ogni etichetta.

Infine, l’etichetta interna è cucita a vivo sul tessuto del piumino: non è possibile trovare un capo Colmar Originals che abbia un’etichetta cucita solo su un lato, senza aderire completamente alla fodera interna.


3) Le taglie che sono espresse in numerazione italiana e quindi 42,44, ecc, per la donna o 48,50, ecc per l’uomo..le taglie M,L.. non rispettano la numerazione Colmar originale.


4) Colmar utilizza il certilogo, un certificato grazie al quale è possibile sapere se quello che si sta acquistando è o meno un capo originale Colmar. Autenticare un prodotto è semplice e veloce, poiché è sufficiente individuare l’etichetta Certilogo cucita all’interno di ogni capospalla Colmar e Colmar Originals, scansionare il codice QR con uno smartphone, oppure andare sul sito www.certilogo.com e digitare il codice univoco CLG a 12 cifre, il codice si trova all’interno delle tasche ed è in materiale super resistente. Certilogo | People-Powered Product Authentication.







Concluderei dicendo che informarsi è importante e oggi ne abbiamo gli strumenti, spesso il tempo ci sfugge, ma dobbiamo sicuramente riconoscere all’azienda Colmar un impegno costante nel garantire che il consumatore finale venga protetto e spesso il rivenditore autorizzato è un anello importante nella catena commerciale. E’ per questo che a volte è meglio aspettare un pochino, ma rivolgersi ad un rivenditore serio che possa dare le garanzie necessarie.



Se volete approfondire uno di questi aspetti il nostro punto vendita di Cassano d’Adda sarà lieto di ricevervi. Saremo pronti a mostrarvi le collezioni uomo/donna bambino e tutti i modelli Colmar.

Potete raggiungerci da Bergamo passando per Caravaggio e Treviglio o Trezzo sull’Adda, oppure da Milano passando per Melzo, o per Cernusco e Inzago, o ancora da Lodi passando per Rivolta d’Adda.















164 visualizzazioni2 commenti

Post recenti

Mostra tutti